Ravenna: Spaccio, resistenza, lesioni aggravate e danneggiamento aggravato, nigeriano portato in carcere

carcere| 1' di lettura 30/10/2020 - La Polizia di Stato ha arrestato E.S.O., 41enne di nazionalità nigeriana, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza, lesioni aggravate e danneggiamento aggravato.

L'uomo, nel giugno del 2016, venne arrestato a Roma, in flagranza di reato, per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni aggravate, danneggiamento aggravato.

In seguito all’arresto è stato riconosciuto colpevole dei reati contestatigli e condannato alla pena di anni tre di reclusione oltre al pagamento della multa di 4.600 euro.

Divenuta definitiva la condanna ed esperiti i ricorsi in Appello e in Cassazione, l’Ufficio Esecuzioni Penali della Repubblica di Roma ha emesso il dispositivo di carcerazione nei confronti dello stesso.

Nella mattinata di mercoledì E.S.O. è stato rintracciato in città dagli investigatori della Squadra Mobile di Ravenna che, dopo le formalità di legge, lo hanno condotto alla Casa Circondariale per l’espiazione della pena.






Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2020 alle 15:07 sul giornale del 31 ottobre 2020 - 132 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, carcere, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAoM