Mirandola: attivo il Punto vaccinale all’ex Aquaragia

3' di lettura 18/02/2021 - Seicento metri quadrati, 4 postazioni vaccinali attivati che arriveranno fino a 6, per un totale di 1080 dosi erogate a settimana a pieno regime. Sono i numeri del Punto vaccinale del Distretto di Mirandola, entrato in funzione da oggi, giovedì 18 febbraio, nella sede dell’ex circolo Aquaragia di via Dorando Pietri 15.

A “inaugurare” la nuova struttura la visita dei Sindaci dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord, che nel pomeriggio hanno incontrato gli operatori e i cittadini over 85 presenti per effettuare la vaccinazione.

Nelle prime giornate il Punto vaccinale all’ex Aquaragia potrà contare su 2 medici (di cui uno dedicato alle anamnesi), 5 infermieri, 1 OSS, 1 farmacista, 5 amministrativi e 2 volontari per ogni turno: il personale impiegato prenderà in carico il cittadino in tutte le fasi previste all’interno della sede, dall’accoglienza al controllo della documentazione, fino alla somministrazione della dose e all’osservazione post-vaccinale. Tra oggi e domani saranno effettuate complessivamente quasi 300 dosi, numero che salirà a 1080 a settimana a partire dal 22 febbraio.

Le prenotazioni, che in provincia di Modena hanno superato quota 15.000, restano aperte, secondo i canali già comunicati e indicati all’interno della pagina dedicata sul portale dell’Azienda USL di Modena: www.ausl.mo.it/vaccino-covid-80anni.

“Di fronte alla richiesta di Ausl Modena, finalizzata all’individuazione di un luogo idoneo da destinare alla somministrazione dei vaccini per la popolazione, la Giunta non ha esitato un attimo per offrire la propria disponibilità – dichiara il Sindaco di Mirandola Alberto Greco - Ci siamo posti dunque l’obiettivo di trovare una soluzione concreta, in tempi brevi, funzionale e che corrispondesse a quanto richiesto. Soluzione individuata nei locali di proprietà comunale concessi al circolo Aquaragia considerate le caratteristiche che lo stesso presentava: facile raggiungibilità, disponibilità di parcheggio, vicinanza all’ospedale e al drive through. Con locali ampi al suo interno in grado di garantire il giusto distanziamento e un numero di postazioni congruo alle necessità del territorio. Dimostrando ancora una volta quanto l’ambito sanitario rivolto alla tutela della salute dei cittadini rientri tra le priorità di questa Amministrazione in considerazione anche del fatto che il Comune di Mirandola, è capofila del distretto sanitario dell’area nord.”

“Una tappa fondamentale per questa campagna vaccinale, forse la più imponente che questo territorio ricordi, e che mi auguro veda la più alta adesione possibile – commenta Lisa Luppi, sindaca di Cavezzo e presidente dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord –. Colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta tutto il personale sanitario e infermieristico, l’AUSL di Modena, con cui fin dal primo giorno di questa emergenza noi amministratori abbiamo potuto avere un’interlocuzione quotidiana, in un impegno condiviso per affrontare una delle sfide più drammatiche nella storia delle nostre comunità”.

“Quella di oggi, con l'apertura del Punto unico vaccinale – dichiara Angelo Vezzosi, Direttore del Distretto di Mirandola –, è la giornata che tutti auspicavamo e che finalmente si è realizzata. Una spallata vigorosa contro questo temibilissimo nemico. Un grande grazie a tutti gli operatori che hanno contribuito alla realizzazione di questo presidio distrettuale contro il Covid-19”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2021 alle 18:50 sul giornale del 19 febbraio 2021 - 111 letture

In questo articolo si parla di cronaca, modena, comunicato stampa, Ausl di Modena

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bOL0