Guida in stato di ebbrezza, due patenti ritirate

4' di lettura 01/02/2023 - Si era messa al volante con un tasso alcolico il doppio del consentito una automobilista 35enne denunciata dalla Polizia locale di Modena dopo un incidente stradale. L'episodio, avvenuto sulla tangenziale Pasternak nella serata di sabato 28 gennaio, rappresenta uno dei due casi di interventi per guida in stato di ebbrezza rilevati nel week end: l'altro riguarda un 22enne coinvolto in un sinistro accaduto a San Damaso.

In entrambi i casi la Polizia locale ha sospeso e ritirato le patenti. E per un'altra uscita di strada, in via Emilia ovest, sono in corso accertamenti.

Il primo episodio è avvenuto verso le 21.30. La 35enne, di origini marocchine e residente in provincia di Modena, stava viaggiando in direzione Milano alla guida di una Fiat 500 quando, arrivata all'altezza dell'uscita 2, ha sbandato, urtando contro il guardrail dello spartitraffico. Sul posto, quindi, sono intervenuti gli equipaggi dell'Infortunistica, che hanno avviato gli accertamenti finalizzati a determinare le cause dell'accaduto, ancora in corso di accertamento, e hanno sottoposto l'automobilista all'alcoltest. Dall'esame è stata riscontrata la condizione di ubriachezza, con un tasso di poco inferiore a un grammo per litro (il limite è 0,5). Alla 35enne è stato contestato il reato di guida in stato di ebbrezza definito dall'articolo 186 del Codice della strada, in particolare la seconda fascia di gravità individuata dalle normativa, che ha fatto scattare il ritiro della patente; mentre la 500, di proprietà di un'altra persona, non è stata interessata da provvedimenti di fermo. Sarà ora l'Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare l'eventuale sanzione penale a carico della conducente (l'ammenda va da 800 a 3.200 euro) e gli addebiti accessori, tra cui la detrazione dei punti e la durata della sospensione del documento di guida da sei mesi a un anno.

È invece più lieve, e di carattere amministrativo, la contestazione mossa nei confronti di un 22enne in stato di ebbrezza che intorno alle 4.40 della notte tra venerdì 27 e sabato 28 ha perso il controllo della Citroen C4 su cui stava viaggiando in strada Vignolese, in direzione della periferia. Il giovane, infatti, ha sbandato all'altezza di una curva nel territorio della frazione di San Damaso e ha urtato una Peugeot Boxer in sosta. Anche in questo caso, sul posto sono arrivate le pattuglie del Comando di via Galilei; come ha attestato l'alcoltest eseguito dagli operatori, il conducente aveva un tasso alcolico di quasi 0,8 grammi per litro. La situazione del giovane ricade, quindi, nella prima fascia di gravità definita del Codice della strada, cioè da 0,5 a 0,8 grammi di alcol nel sangue: secondo questa fattispecie, di competenza della Prefettura, l'ammenda ammonta a 1.086 euro e la sospensione della patente, decurtata di dieci punti, può arrivare fino a sei mesi così come il fermo del veicolo (di proprietà di un'altra persona). Inoltre, nell'incidente la Peugeot urtata è rimasta danneggiata e al proprietario del veicolo saranno fornite le informazioni della controparte, con cui potrà decidere di avviare l'iter assicurativo finalizzato alla richiesta di risarcimento dei danni al mezzo.

Pochi minuti prima la Polizia locale era intervenuta anche in via Emilia ovest, dove un 39enne alla guida della sua Audi A3 era uscito fuori strada, rimanendo comunque illeso. Anche su questo sinistro sono in corso gli accertamenti per determinare le condizioni del conducente, che vive in un comune della provincia.

In queste settimane sul territorio modenese si sta svolgendo una campagna di comunicazione articolata tra spot in radio e tv, post sui social network e locandine, incentrata proprio sul fenomeno in aumento di chi si mette al volante dopo aver bevuto e sui rischi di incidenti, pure gravi. "Cambia il finale" è il titolo dell'iniziativa sulla sicurezza stradale, ispirata al linguaggio del cinema e delle serie televisive: come sottolineano i trailer della campagna e gli annunci, infatti, bere e mettersi alla guida è una storia che non può che finire male ma per cambiarne il finale, appunto, basta non bere e non assumere sostanze (approfondimenti sul sito web www.cambiailfinale.it, dove sono pubblicate pure le informazioni sulle sanzioni).

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Modena.
Per Telegram cercare il canale @viveremodena o cliccare su https://t.me/viveremodena
È attivo anche il nostro canale Facebookfacebook.com/viveremodena/





Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2023 alle 11:40 sul giornale del 02 febbraio 2023 - 36 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dQe2





logoEV
qrcode